Rischio alluvioni

16 milioni stanziati per i comuni a rischio idrogeologico

L'autunno porta il maltempo ed aumentano i consueti rischi ad esso legati. È ora di verificare lo stato di organizzazione del territorio e delle infrastrutture preposte agli interventi in caso di necessità. La Regione Sardegna, attraverso il suo sito internet, pubblica la spartizione dei fondi per la prevenzione dei rischi idrogeologici, e insieme, i parametri di assegnazione.

Cagliari, 13 settembre 2017 - A seguito di una delibera approvata lo scorso luglio su proposta dell’assessore dei Lavori Pubblici Edoardo Balzarini, è stata pubblicata oggi sul sito della Regione la ripartizione dei 16 milioni di euro stanziati dalla Giunta come contributo ai comuni per la manutenzione dei corsi d’acqua e la mitigazione del rischio idrogeologico, .
“La Regione è in prima linea nella lotta ai rischi idrogeologici e sostiene gli enti locali per permettere loro di svolgere le opere di prevenzione di propria competenza, che in mancanza di fondi rischierebbero di non essere realizzate" dice l’assessore Balzarini. "Interveniamo perciò con un contributo mirato e vincolato, in continuità con i 15 milioni già stanziati in precedenza, perché riteniamo queste attività fondamentali per la sicurezza dei cittadini”.
Tre quote di assegnazione: una prima quota è ripartita in proporzione alla lunghezza dei corsi d’acqua, mentre una seconda viene assegnata attraverso un punteggio che tiene conto di diversi elementi, fra cui la presenza di interventi precedenti, la collocazione all’interno o all’esterno di un centro abitato, la vicinanza di infrastrutture come scuole e ospedali, il fatto che si tratti di un corso d’acqua aperto o coperto. La terza quota, invece, è suddivisa in base alla popolazione residente, all’interno del territorio comunale, in aree a pericolosità idraulica elevata e molto elevata.

di GIGI MIRABELLI

Categoria: