Spettacolo

Il festival "Mama Sardigna" all'arena Sant'Elia

Venerdì 15 settembre grande appuntamento con il Mama Sardigna festival, concerto per sensibilizzare i cittadini alle tematiche sull'ambiente, raccogliere fondi per riqualificare e rendere "vive" le zone forestali colpite da incendi e calamità.

Cagliari, 12 settembre 2017 - Raccogliere fondi per il rimboschimento in alcune aree della Sardegna. Ma anche occasione di incontro, confronto e festa capace di focalizzare l’attenzione sui temi della salvaguardia ambientale. Sono questi gli obiettivi che intende perseguire “Mama Sardigna” - Artistas pro sa terra - che sarà ospitato venerdì prossimo, il 15 settembre, all’Arena Grandi Eventi Sant’Elia di Cagliari.
“Ci sono tutti gli elementi per essere contenti dell'iniziativa“ , ha commentato Paolo Frau, assessore alla Cultura e Verde pubblico; Frau, che ha concordato il patrocinio per la manifestazione, ha inoltre sottolineato che, quest'ultima, ha il pregio di aver mobilitato il mondo culturale, artistico e dell’associazionismo a favore della preservazione e valorizzazione dell’ambiente e dell’ecosistema dell'isola; ”durante il concerto, - aggiunge l'assessore - sarà attiva una raccolta fondi”, il cui ricavato servirà infatti a finanziare il rimboschimento di alcune aree simboliche della Sardegna: una nella periferia urbana di Cagliari, dove verrà realizzata una vera e propria attività di recupero di un’area degradata per la creazione di un parco giochi per bambini; le altre a Bauladu, nell’Oristanese, uno dei diversi comuni a rischio spopolamento, dove saranno recuperate zone abbandonate o distrutte dal fuoco per creare aree verdi aperte a tutti. Gli alberi verranno messi a dimora il prossimo 21 novembre in occasione della Giornata Nazionale degli Alberi.
“La Sardegna è la prima regione italiana per estensione forestale, circa 1milione 350mila ettari”, ha detto Giuseppe Pulina di Forestas. “C’è però un forte squilibrio fra le aree interne e quella dell’area metropolitana di Cagliari dove ci sono molti abitanti per ogni albero, invece che il contrario”.
Dalle 6 del pomeriggio si alterneranno sul palco della struttura in uno dei tratti di mare più suggestivi della città, all’altezza del Parcheggio Cuore dello Stadio, numerose personalità del panorama musicale e culturale dell’Isola. Fra loro, Piero Marras, I Tazenda, Rossella Faa, i ragazzi di Scuole in coro – Studio Cantorum, Maria Giovanna Cherchi, Dr. Dree & CRC Posse e Joe Perrino, una ventina in tutto. L’ingresso sarà gratuito. A condurre Matteo Bruni e le Lucido Sottile.
Oltre a della buona musica, quella di venerdì 15 settembre all’Arena grandi Eventi sarà un’opportunità da non perdere anche per gustare prodotti sardi di qualità a “chilometro zero” grazie all’allestimento di un’area ristoro, e per visitare i numerosi stand degli sponsor della manifestazione tutti dedicati ai temi dell’ambiente. Tra questi quello di Forestas e di Tesla che presenterà l’auto elettrica di ultima generazione che sarà protagonista del tour promosso da Ucnet “Eneroad” per diffondere la cultura della mobilità sostenibile.

di GIGI MIRABELLI

Categoria: